Ecco come utilizzare ed attivare l’antifurto per smartphone Android, utile a rintracciare i nostri smartphone. Anche in Android è integrata la funzione antifurto, vediamo come attivarla e controllare il nostro device Android in remoto.

Antifurto per smartphone Android

 

Ecco una delle funzioni Android integrate nei nostri dispositivi, che non tutti sanno di poter attivare per controllare meglio il proprio smartphone. Stiamo parlando della funzione “antifurto” che Google ha deciso di integrare nei propri device con il sistema operativo Android. Tale funzione infatti fino a qualche settimana fa è stata delegata solo ed esclusivamente ad altre applicazioni di terzi, che eseguivano le stesse funzioni.

Le possibilità che questa funzione integrata ci regala sono opzioni che forse non sono completissime ed hanno dei limiti, ma per essere gratuite possono tornare davvero utili. Dal nostro computer, effettuando l’accesso sulla pagina di Google Android device manager, possiamo infatti gestire alcune funzioni da remoto come far squillare il nostro telefono, rintracciare la sua posizione, ed addirittura cancellare tutti i dati il tutto sempre da remoto. In pratica possiamo rintracciare lo smartphone con una precisione di circa 20 metri, farlo squillare e cancellarne i dati, oltre che renderlo inutilizzabile bloccandolo con una password.

Naturalmente queste funzioni, come già accennato hanno dei limiti, e possono essere aggirate. Basta infatti che i malintenzionati sappiano dell’esistenza della nuova funzione di rintracciamento per essere in grado di effettuare un ripristino di fabbrica, e quindi, rendere le funzioni inutili. Ricordo infatti che tale funzione è usufruibile solo grazie al fatto che è abbinata al vostro account Google!

Sicuramente non tutti i malintenzionati sono ben informati, e magari, con un po’ di fortuna, potreste individuare il vostro smartphone rubato o perso. Cosa molto utile, e testata personalmente è il blocco. Questo infatti attiva l’opzione blocco schermo con password e vi da la possibilità di scegliere quale inserire. Questo funzionerà anche se il ladro “furbamente” spegnerà il telefono subito. Alla sua riaccensione gli sarà impossibile utilizzare lo smartphone Android, in quanto dovrà sapere la password da voi scelta proprio come nella foto qui sotto.

Ora vediamo come poter attivare questo servizio di rintracciamento gratuito

Requisiti:

– Smartphone Android

– Funzione Antifurto attivabile da impostazioni->sicurezza->amministratori dispositivo-> gestione dispositivo

Guida:

– Attivate l’opzione “gestione dispositivo

– Aprite l’applicazione “impostazioni di Google

– Da questa scorrete fino alla voce “gestione dispositivi Android

– mettete la spunta a entrambe le opzioni che vedete sia “localizzazione” che anche “gestione da remoto

– Ora attendete qualche minuto e testate il funzionamento da computer dalla pagina Android device management

Se avete seguito i passaggi potrete vedere da computer il tracciamento della vostra posizione ed anche le opzioni di blocco e ripristino attive.

Tips: Nel caso in cui siano disattive, da telefono, andate nell’applicazione “impostazioni di Google” e disattivate e riattivate le caselle di localizzazione e controllo da remoto. A quel punto accettando la richiesta che verrà fatta subito dopo le opzioni da remoto saranno attivate.

3 COMMENTI

LASCIA UNA RISPOSTA