Il Jailbreak untethered per iOS 6.1.3 e iOS 6.1.4. Gli sviluppi e le novità con un articolo sempre aggiornato sulle ultime news. Il jailbreak untethered per iOS 6.1.3 e iOS 6.1.4 è da tempo che tiene con il fiato, ed il dispositivo, sospeso i possessori di iPhone, e dopo praticamente mesi di rinvii, litigate, e contestazioni tra hacker arrivano novità certe. Teniamoci aggiornati sulla vicenda con questo articolo che vuole essere una sorta di raccolta aggiornata della situazione.

Jailbreak iOS 6.1.3

31/10/2013

Ecco un hacker al lavoro. Wicom conosciuto hacker, sta lavorando in questo ultimo periodo a quello che sarà il nuovo tool per lo sblocco di iOS 6.1.3 e 6.1.4. Lo confermano diversi tweet che lo sviluppatore pubblica su twitter assieme a delle foto inequivocabili di iPhone e iPad jailbreaked. La notizia è sicuramente confortante per tutti coloro che negli ultimi mesi hanno pensato bene di non effettuare nessun upgrade per riuscire ad effettuare il jailbreak untethered sul proprio iPhone. Le cose sembra che quindi finalmente vadano risolvendosi dopo mesi di incertezza e accuse tra gli stessi hacker.

Negli ultimi giorni poi insieme all’ottimo lavoro di Wicom si è aggiunto alla “festa” anche il più che conosciuto iH8Snow il quale ha fatto sapere anche lui di essere intenzionato a rilasciare un suo tool prima di questo fine anno  per il jailbreak untethered di questi iOS 6.1.3 e 6.1.4 dando una scadenza di circa 8 settimane al suo lavoro. Sembra che ora quindi i vari hacker si stiano muovendo in maniera seria su questo fronte ed a breve, almeno per chi ha avuto pazienza di attendere e non effettuare l’upgrade di iOS 6.1.3 o iOS 6.1.4 abbia la soddisfazione di poter riuscire a godersi il proprio dispositivo Jailbreaked.

Altra storia è quella di iOS 7. In pochi infatti sono riusciti a resistere al suo fascino, e forse grazie anche ad una campagna e strategia di Apple ben il 77 % dei possessori di device hanno effettuato l’upgrade. Per questi il jailbreak deve aspettare ma affronteremo questo discorso in un altro articolo. Seguite questo post, presto aggiornamenti sulla situazione.

Nessun Commento

LASCIA UNA RISPOSTA