Con Keylink , il portachiavi di Motorola potrete ritrovare il vostro smartphone, ma anche viceversa trovare le stesse chiavi. Vediamo insieme come funziona questo gadget. Motorola ha messo da poco in commercio un portachiavi “intelligente” in grado di suonare in caso di smarrimento.

Sicuramente tale gadget non è una assoluta novità, in quanto ci sono delle versioni (anche più economiche) in vendita da più di un anno, ma il fatto che un grande brand come Motorola, abbia deciso di crearne uno, crea come sempre interesse da parte dell’opinione pubblica e dei media in generale, grazie alla forza del marchio.

Il funzionamento di Keylink

Keylink ha un funzionamento davvero semplice. Attraverso il collegamento Bluetooth è in grado di stabilire una connessione con qualsiasi smartphone Android o iOS (non è stato specificato Windows Phone) e quindi, in caso di allontanamento dello stesso dal raggio di collegamento (circa 30 metri), memorizzare l’ultima posizione sull’applicazione Motorola Connect presente nei rispettivi Store.

A questo punto il proprietario sarà in grado di visualizzare sulla mappa dove sono situate le sue chiavi, e quindi avvicinarsi al punto, e azionare tramite applicazione un suono. Il portachiavi a questo punto squillerà e Keylink si renderà rintracciabile.

Il portachiavi però ha anche la funzione inversa, attraverso il pulsante situato sopra, riesce a far squillare il nostro smartphone (sempre entro 30 metri) nel caso in cui lo abbiamo smarrito. Davvero semplice ed efficace. Altra funzionalità utilizzabile solo da i possessori di smartphone con Android 5.0 Lollipop è quella di Remote Unlock. Se Keylink è nel raggio dello smartphone, questo sarà sbloccato in automatico, una chicca forse non troppo utile, ma utilizzabile.

Keylink ha inoltre una durata della batteria di un anno (collegamento Bluetooth continuo) cosa che rafforza l’ottima impressione che questo gadget ci ha fatto fino ad adesso, e pensiamo farà anche al mercato.

Costo di keylink e alternative

Sebbene Keylink rappresenta un ottimo prodotto, e direttamente dalla pagina ufficiale di Motorola è possibile vederne i dettagli e conoscerne il prezzo di 24,99$ (circa 20 €), dobbiamo segnalarvi come già accennato, che un prodotto simile in realtà è in commercio da più di un anno, e che quindi Keylink non rappresenta un’assoluta novità.

Attendendo quindi che il portachiavi di Motorola sia messo sul mercato e sia acquistabile, potete fare riferimento ad un gadget concorrenziale, che ha funzioni molto simili a keylink, stiamo parlando di Beets BLU.

Beets BLU portachiavi Bluetooth è un accessorio che possiede le stesse caratteristiche del più recente Keylink. Anche lui dotato di funzione Bluetooth, avvisa il proprietario dello smartphone della perdita del portachiavi, ma al contrario di Keylink, invece di segnare sulla mappa dell’applicazione l’ultima posizione alla perdita di segnale, Beets BLU squilla direttamente (il segnale si perde in 10 metri), la funzione di targeting su mappa è accessibile solo con iOS, ma sulla pagina di acquisto non viene specificato tramite quale app.

Sicuramente questo può essere uno svantaggio rispetto a Keylink, ma dalla sua ha la piena compatibilità con Android e iOS (non specificato Windows Phone) ed anche la funzione contraria, attraverso il pulsante situato sul dispositivo potrete far squillare lo smartphone. Un prodotto molto simile insomma, disponibile già all’acquisto. Per acquistare il portachiavi potete recarvi alla pagina di vendita di Amazon a questo indirizzo: Beets BLU portachiavi Bluetooth

Insomma Keylink e Beets BLU rappresentato due gadget che possono essere un’idea regalo simpatica ed utile, che può davvero salvarci dalla perdita dello smartphone. La loro applicazione può essere davvero multipla, dei piccoli oggetti molto potenti.

Nessun Commento

LASCIA UNA RISPOSTA