Xposed lollipop

Arriva Xposed anche per Android Lollipop. Il famoso framework installabile come applicazione arriva anche per Android 5.0. Lollipop vede l’introduzione di uno dei framework per Android che più di tutti hanno riscosso successo tra il popolo di “smanettoni”, e che dalla sua uscita è sicuramente votato dagli user come l’alternativa più semplice alla totale personalizzazione del proprio sistema operativo Google.

Questo framework infatti, permette la totale personalizzazione attraverso la facile installazione di moduli e permette di modificare praticamente tutte le parti del sistema, icone, colorazioni e diverse cose, risultando sicuramente la più semplice e efficace procedura per rendere unico il sistema.

Xposed per Lollipop

Direttamente da XDA, il più grande e famoso portale per dev provenienti da tutti il globo, l’utente Rovo89 stupisce ancora una volta tutta la community, e finalmente presenta la sua variante di Xposed per Android 5.0. La notizia è appena uscita da qualche ora, e sta già facendo il giro del mondo.

Sull’articolo ufficiale pubblicato su XDA, si possono carpire alcuni interessanti dettagli su questa versione, la quale, già da diversi mesi, ha trovato alcune difficoltà ad essere rilasciata per cause tecnico pratiche. Una delle principali difficoltà che lo sviluppatore ha trovato è stata quella di trasformare la versione creata per il runtime compiler di Android KitKat e precedenti (Dalvik) in quella per il ahead-of-time compiler di Android Lollipop (ART). La differenza tecnica tra le diverse versioni di Android, che forse non tutti riescono a capire, è stato comunque un importante iniziale scoglio, che ha forzato il dev di XDA a rivedere tutto il codice del framework, ed applicare sostanziali modifiche.

Nonostante le difficoltà comunque, la prima versione alpha di Xposed è arrivata per la gioia di tutti i possessori di Android, che attendevano con trepidazione questa applicazione aggiornata. Cosa importante è capire quali sono i vincoli che per ora sono ancora presenti in questa prima versione, e che permettono solo ai possessori di versioni di smartphone con Processore ARMv7 di procedere all’installazione.

Inoltre è necessario oltre che avere i permessi di root (come è ovvio), anche installare tramite il flash di un pacchetto ZIP il framework per il processore sopra indicato. Insomma, qualche passaggio in più da effettuare per questa prima versione, ma lo sviluppatore assicura il pieno funzionamento. Riportiamo quindi di seguito le istruzioni per poter procedere all’installazione. Come sempre vi ricordiamo che determinate procedure sono consigliate ad utenti “esperti”. Né io né TelephoneLine ci assumiamo nessuna responsabilità circa eventuali malfunzionamenti dovuti alla procedura descritta di seguito procedete a vostro rischio.

Requisiti per l’installazione di Xposed alpha

[sociallocker id=”5863″]

[/sociallocker]

Guida

  1. Scaricate i due file dai requisiti, e caricateli sulla vostra scheda SD (oppure se siete da smartphone spostateli)
  2. Entrate in recovery mode con il vostro smartphone, ed accedete alla vostra custom recovery (preferibilmente CWM testata dal dev).
  3. Selezionate ora Flash ZIP from SDcard tra le opzioni disponibili, e quindi selezionate il file ZIP precedentemente caricato, questo installerà il framework. Finita la procedura tornate indietro e selezionate Reboot system.
  4. Alla riaccensione ora attendete il caricamento di Android, recatevi sulla vostra SD, e dal sistema selezionate il file APK avviando l’installazione.

A questo punto avrete installato Xposed anche su Android Lollipop, e potrete procedere con installare i moduli che più vi aggradano, buon modding!! Per ulteriori dettagli vi consigliamo di visitare la pagina ufficiale del thread su XDA.

Nessun Commento

LASCIA UNA RISPOSTA